Home page Home page degli eventi Home page dei luoghi Home page della storia Home page dei percorsi Home page della cultura Home page delle arti Home page dei lavori Home page degli artigiani Mappa del sito
linea linea linea linea
Firenze
Presentazioni nell'Aula di San Pier Scheraggio degli Uffizi :
"Dai Depositi. Nei depositi. Restauri e repertori di opere di opere d’arte dei depositi fiorentini" - II volume


©www.zoomedia.it vanna innocenti 11 maggio 2016
Nell'immagine l’aula della ex-chiesa di San Pier Scheraggio agli Uffizi durante la presentazione del volume " Dai Depositi. Nei depositi. Restauri e repertori di opere di opere d’arte dei depositi fiorentini".


© www.zoomedia.it vanna innocenti 11 maggio 2016

Nell'immagine un momento dell'illustrazione della curatrice del volume " Dai Depositi. Nei depositi. Restauri e repertori di opere di opere d’arte dei depositi fiorentini, Maria Matilde Simari, funzionario responsabile dei depositi delle Gallerie degli Uffizi e coordinatrice dei beni di provenienza territoriale. Alla presentazione, con la curatrice, sono intervenuti il Direttore delle Gallerie degli Uffizi, Eike Schmidt, la Soprintendente Belle Arti e Paesaggio per le province di Firenze, Pistoia e Prato, Alessandra Marino, la Presidente dell'Accademia delle Arti del Disegno, Cristina Acidini (già Soprintendente per il Polo Museale Fiorentino che in quella carica dispose l'avvio di questa grande ricognizione per la tutela del patrimonio), Timothy Verdon (Direttore del Museo dell’Opera di Santa Maria del Fiore e dell'Ufficio Diocesano dell'Arte Sacra e dei Beni Culturali della Chiesa), Giorgio Federici (Segretario del Comitato Firenze 2016).

Nel volume, nelle edizioni Sillabe, si presenta il censimento delle opere d’arte presenti nei depositi fiorentini a completamento del lavoro pubblicato nel primo volume Dai depositi. Nei depositi. I Fondi Lotto per i restauri e repertori di opere d’arte di alcuni depositi fiorentini che delineò un primo,
parziale censimento del patrimonio artistico fiorentino.

Il testo, frutto di un lavoro pluriennale nei luoghi di deposito dei beni storico-artistici di Firenze: Limonaia di Villa Corsini a Castello, Museo del Cenacolo di Andrea del Sarto a San Salvi, Ville medicee di Poggio a Caiano e della Petraia, Laboratori di Restauro della Fortezza da Basso, permette di conoscere le opere tramite numeri, dati e immagini. Si è ricostruita, attraverso i documenti, la storia delle opere depositate e in alcuni casi l'intera trama dalle origini dell'opera.

La ricerca ha permesso di stabilire con certezza non solo le “presenze” numeriche
delle opere nei depositi (quelle riferite alla sola città di Firenze attualmente inventariate sono
1506 tra dipinti, oggetti d’arte, affreschi e cornici), ma anche quelle che nel tempo sono
state riconsegnate agli enti proprietari (29) e quelle attualmente in restauro (83).

In questo anno in cui si commemorano i 50 anni dall’alluvione del 4 novembre 1966 questo libro testimonia ciò che è stato fatto (dato l’alto numero di opere alluvionate presenti nei depositi e dei restauri che le hanno interessate) e di quanto ancora resti da fare, in uno scenario che comunque vuole che nulla venga dimenticato, nulla abbandonato, nonostante sia sempre più difficile reperire le risorse necessarie per sopperire alle necessità dei beni culturali. Si auspica l'attivazione di restauri e le successive ricollocazioni in luoghi adeguati.

inizio

linea linea linea
www.zoomedia.it pubblicazione registrata al Tribunale di Firenze n° 5555 del 20/02/2007
© zoomedia 2007 - 2016 Copyrights - Tutela della privacy - Abbonamenti - Contributi - Pubblicità
Pagina pubblicata il 05-2016 - Aggiornato il 08-Mag-2016