Arti



Stemma

Comune di Castel San Niccol˜


English


Welcome

* Il paese
* La storia
* Visita guidata
* Natura e sport
* Eventi
* Accoglienza

* Attività culturali
* Chiese

* Mostra della
 pietra lavorata
* VIII Edizione
* VII Edizione

 Logo scalpellini

Mostra della Pietra Lavorata

2-10 settembre 2000

IX Edizione

Inaugurazione - comunicato stampa

immagini

Omaggio a Francesco

Up STRADA IN CASENTINO

4 Settembre 2000

In piazza Matteotti di Strada in Casentino, sotto le "Logge del Grano", é stata inaugurata sabato 2 settembre 2000 la IX edizione della Mostra della Pietra Lavorata di Castel San Niccolò. Le logge erano gremite di persone giunte da ogni parte d'Italia, compresi naturalmente scalpellini, scultori e i molti allievi delle varie Accademie di Belle Arti, con i loro docenti. Erano presenti alla cerimonia rappresentanti del Governo, della Regione Toscana, della Provincia di Arezzo, della Comunità Montana del Casentino, alcuni parlamentari, i rappresentanti dei Sindaci di Arezzo e di Firenze, i Presidenti della Camera di Commercio di Arezzo, di Istituti di credito, delle confederazioni dell'artigianato, dell'Associazione "Città delle pietre ornamentali" e Padre Nicola, francescano del Convento di Santa Croce a Firenze.

Ha aperto la cerimonia il Sindaco di Castel San Niccolò Giorgio Trevisan, che ha svolto anche la mansione di speaker. Dopo aver presentato e ringraziato le varie autorità intervenute, Trevisan ha raccontato brevemente la storia della Mostra, poi ha rivolto il suo ringraziamento e quello dell' Amministrazione Comunale a tutti coloro che hanno contribuito in vari modi alla realizzazione della manifestazione che, ha detto, ha raggiunto alti livelli artistici. Subito dopo ha parlato l'Assessore della Regione Toscana, Ambrogio Brenna, il quale ha elogiato il Comune di Castel San Niccolò per l'iniziativa della mostra che testimonia la ferma volontà di salvare un mestiere altrimenti destinato alla scomparsa.

Ha preso poi la parola il Presidente del Comitato della Mostra della Pietra Lavorata Giannetto Giannotti per ringraziare i tanti volontari che hanno consentito la realizzazione della grande rassegna.
Subito dopo c'è stato l'intervento dell'oratore ufficiale Antonio Paolucci, soprintendente per i Beni Artistici e Storici delle Province di di Firenze, Prato e Pistoia, il quale ha esternato la sua felicità di essere tornato a Strada in Casentino, "paese che ha fatto della Mostra della Pietra Lavorata il suo emblema, il suo vessillo, in un certo senso la sua storia e il suo destino". Dopo aver esaltato il mestiere di scalpellino, il Soprintendente Paolucci ha detto che si sta verificando un ritrovato interesse da parte dei giovani artisti, dei giovani studenti nei confronti della pietra lavorata.
Nel corso del suo intervento, Paolucci ha parlato della mostra "Omaggio a Francesco", ricordando i giorni tristi del terremoto che colpì la basilica di Assisi e la "resurrezione", alla quale collaborarono persone di tutte le parti del mondo e di tutte le religioni, perchè Francesco è universalmente amato, soprattutto per la sua "gioiosa" povertà e amore incondizionato verso ogni creatura.
Hanno fatto seguito gli 'interventi di:
- Renzo Mascherini, Sindaco di Firenzuola e Presidente del consorzio delle Città delle pietre ornamentali,
- Renzo Faralli, Presidente della Camera di Commercio di Arezzo
- L'Assessore Arrigucci del Comune di Arezzo
- Fabrizio Raffaelli Direttore APT di Arezzo
- Romano Martini Vice Presidente della Comunità Montana del Casentino

- Vincenzo Ceccarelli, Presidente dell Provincia di Arezzo già Sindaco del Comune di Castel San Niccolò, suo paese natale.
- Padre Nicola, francescano che ha annunciato la disponibilità ad ospitare nel Chiostro di Santa Croce in Firenze la mostra di sculture "Omaggio a Francesco".

 

Fonte: Ufficio stampa della Mostra Alboino Seghi

 


ZOOMEDIA sas zooweb

E-mail: zoomedia - © 1997-2000
Aggiornato il 07 Settembre 2000