Home page Home page degli eventi Home page dei luoghi Home page della storia Home page dei percorsi Home page della cultura Home page delle arti Home page dei lavori Home page degli artigiani Mappa del sito
linea linea linea linea
Il Giorno della Memoria
Alcuni eventi del 27 gennaio 2013
Esseri umani trasportati ad Auschwitz
27 gennaio Giorno della Memoria
Nell'immagine: esseri umani trasportati ad Auschwitz

inizio

Il 27 gennaio 1945 i soldati delle truppe alleate dell’Armata Rossa abbatterono i cancelli di Auschwitz e liberarono i prigionieri sopravvissuti allo sterminio del campo nazista; così scoprirono e svelarono al mondo intero tutte quelle mostruosità che si realizzavano nei campi di Auschwitz-Birkenau. L'orrore della storia dell'umanità: la Shoah. Dalla fine degli anni 1930 al 1945 in Europa furono deportati e uccisi circa sei milioni di ebrei.
Il 27 Gennaio di ogni anno ricorda internazionalmente e solennemente le vittime inermi dell'assurda violenza nazista e "invita a conoscere e a serbare memoria" in tutti noi perchè la civiltà e la dignità umana potrebbero di nuovo essere annullate, dimenticando ciò che è stato.

Il "Giorno della Memoria" è stato istituito con la Legge 20 luglio 2000, n. 211

-" 27 gennaio 2013":
- Piccola bibliografia sul Giorno della Memoria a cura della Biblioteca dei Ragazzi di Firenze
" 27 gennaio 2011"
" 27 gennaio 2010"
" 27 gennaio 2009":
- "Se questo è un uomo" poesia di Primo Levi (Torino 1919 - 1987)
- Prolusione della professoressa Marta Baiardi (la parte: "Ma chi erano i persecutori?)
- Concerti: del Maggio Musicale Fiorentino

- Istituto Storico della Resistenza in Toscana di Firenze


©www.zoomedia.it - vanna innocenti - 27 gennaio 2012 - Giorno della Memoria
Nell'immagine si leggono alcuni dei nomi incisi nella Lapide dei deportati toscani affissa nella Galleria delle Carrozze di Palazzo Medici Riccardi. I nominativi di tutti i deportati, 1821 persone, tra uomini, donne e bambini di cui 857 ebrei e 964 deportati politici, sono organizzati in ordine alfabetico. Erano gli ebrei arrestati e destinati al genocidio nell’ambito della cosiddetta “soluzione finale della questione ebraica” e i deportati politici arrestati perché partigiani, resistenti, scioperanti ma anche rastrellati in modo indiscriminato.

linea linea linea

www.zoomedia.it pubblicazione registrata al Tribunale di Firenze n° 5555 del 20/02/2007
© zoomedia 2007-2016 Copyrights - Tutela della privacy - Abbonamenti - Contributi - Pubblicità
Pagina pubblicata il 30-01-2009 - Aggiornato il 08-Mag-2016