Home page Home page degli eventi Home page dei luoghi Home page della storia Home page dei percorsi Home page della cultura Home page delle arti Home page dei lavori Home page degli artigiani Mappa del sito
linea linea linea linea

Cultura

Salvaguardia del creato

1^ GIORNATA NAZIONALE PER LA SALVAGUARDIA DEL CREATO

VALLOMBROSA 3 settembre 2006

CORPO FORESTALE e
MONACI VALLOMBROSANI  CELEBRANO

Per la prima volta la Chiesa italiana celebra quest’anno la “Giornata per la salvaguardia del creato”, che rappresenta una nuova sfida per le comunità locali italiane, chiamate a confrontarsi su un tema attuale ma da sempre appartenente alla tradizione di fede, ed in particolare degli Ordini monastici.
 
Il Corpo Forestale dello Stato celebrerà a livello nazionale la giornata presso l’Abbazia di Vallombrosa assieme alla Congregazione Benedettina Vallombrosana domenica 3 settembre.

Vallombrosa è stata scelta grazie alla figura di San Giovanni Gualberto: al contempo Fondatore dell’Ordine Monastico Benedettino della Riforma Vallombrosana e Celeste Principale Patrono del Corpo Forestale dello Stato.
 
Proprio il Santo Padre Benedetto XVI ha ricordato, domenica scorsa, 27 agosto, all’Angelus, l’importante giornata istituita dalla Conferenza Episcopale Italiana il 22 gennaio scorso: “Il prossimo 1° settembre la Chiesa in Italia celebrerà la 1 Giornata per la salvaguardia del creato, grande dono di Dio esposto a seri rischi da scelte e stili di vita che possono degradarlo. Il degrado ambientale rende insostenibile particolarmente l’esistenza dei poveri della terra. In dialogo con i cristiani delle diverse confessioni occorre impegnarsi ad avere cura del creato, senza dilapidarne le risorse e condividendole in maniera solidale”.
 
La giornata è stata istituita in sintonia con le altre comunità ecclesiali europee al fine di riaffermare l’importanza, anche per la fede, della questione ecologica con tutte le sue implicazioni etiche e sociali. In questa ottica è redatta una Carta Ecumenica, firmata congiuntamente dal Consiglio delle Conferenze Episcopali Europee e dalla Conferenza delle Chiese Europee.

Si tratta dunque di un comune impegno dei cristiani a promuovere atteggiamenti più maturi e responsabili nel rapporto con il creato, collegando l’ecologia dell’ambiente a quella che Giovanni Paolo II, con sapiente lungimiranza, ha chiamato l’ecologia umana (Centesimus annus, nn 37-39).
 
L’Annuncio ufficiale è stato dato a Firenze, il 31 agosto, durante una conferenza stampa tenutasi presso il Comando Regionale Toscana del Corpo Forestale dello Stato, dall’Abate Generale di Vallombrosa, Padre Lorenzo Russo, dalla Dott.ssa Paola Porcinai, Vice Questore Aggiunto del Comando Regionale Toscana, e dal Capo dell’Ufficio Territoriale per la Biodiversità di Vallombrosa, Luigi Bartolozzi, Vice Questore Aggiunto del Corpo Forestale dello Stato, la Presidente della Pro Loco Saltino- Vallombrosa, Cristina Cherici.

Il programma della giornata di domenica 3 settembre, concordato anche con la Pro Loco Saltino-Vallombrosa, prevedealle ore 15,00 l’inizio della manifestazione nel Pratone antistante l’Abbazia con una liturgia della parola presieduta dall’Abate Generale di Vallombrosa Padre Lorenzo Russo con i parroci delle Parrocchie limitrofe. La celebrazione della 1a Giornata per la salvaguardia del creato, proseguirà con l’intervento commemorativo che sarà tenuto dal Giornalista Franco Mariani, Segretario Regionale dei Giornalisti Cattolici della Toscana-UCSI.
La manifestazione sarà allietata da intrattenimenti musicali proposti dal Coro di Reggello, nonché dal Prof. Ciaccheri al pianoforte, che proporranno canzoni e melodie ispirate alla sacralità della Natura.
In caso di maltempo tutte le iniziative si svolgeranno col medesimo orario presso la Sala Capitolare dell’Abbazia vallombrosana.

Nell’occasione, inoltre, alle ore 10,00 sarà possibile visitare l’Arboreto Sperimentale gestito dall’Istituto Sperimentale per la Selvicoltura di Arezzo del Consiglio per la Ricerca e la sperimentazione in Agricoltura (CRA-ISS).

Tutelare l’ambiente significa anche tutelare le generazioni future.
La vita buona per l’umanità e tutte le sue creature è quella fondata sul rispetto e sull’umiltà, in cui l’uomo non è padrone assoluto della terra, che gli è stata data come dono da coltivare e custodire in fedeltà.
Il degrado dell’ecosistema - l’inquinamento, nelle sue diverse forme, il mutamento climatico, la crisi delle risorse idriche, la riduzione della biodiversità, ecc. - mette in luce l’incapacità di riconoscere nel mondo quella originaria donazione che precede e fonda ogni azione umana.
In tale prospettiva si radicano anche il consumo delle risorse e una produzione di rifiuti che superano largamente le capacità di rinnovamento della terra, ipotecandone così la vivibilità per le future generazioni.
Tutto ciò si riflette già da ora nella nostra esperienza quotidiana: viviamo in città inquinate, in una natura sempre più impoverita, ci interroghiamo sempre di più su ciò che mangiamo.

Per questo invitiamo anche coloro che sono sensibili alle problematiche relative ai termovalorizzatori, ai gassificatori e agli OGM a venire a Vallombrosa per questa importante giornata.

La chiamata alla “conversione ecologica” di Giovanni Polo II è in sostanza l’invito ai credenti a riscoprire la relazione tra la pace di Dio creatore e quella del creato in un’assunzione di responsabilità per le future generazioni.
Ricordiamo anche che il 24 settembre, a Camaldoli, è annunciata la nascita del Cenacolo Ecologico Toscano.
L’idea, nata durante la preparazione del terzo Forum dell’informazione cattolica per la salvaguardia del creato promosso dall’associazione culturale Greenaccord, svoltosi a giugno Firenze, ha riscosso consensi non solo tra i giornalisti di area cattolica, e in primo luogo dell’Ucsi toscana, interessati a queste problematiche, ma anche tra diversi esponenti dell’ambientalismo toscano vicini alle posizioni della Chiesa in questo campo.

linea linea linea
www.zoomedia.it pubblicazione registrata al Tribunale di Firenze n. 5264 del 15-04-2003
© zoomedia s.a.s. 1996-2006 Copyrights - Tutela della privacy - Abbonamenti - Contributi - Pubblicità
Pagina pubblicata il 01-09-2006 - Aggiornato il 07-Lug-2015